BUON VINO

 
 

click here

BUON VIAGGIO

 
 

Click here

EVENTI

 
 

click here

Una delizia a portata di mano e la possibilità di vincere un viaggio lontano persino nei sogni. E’ quello che deve aver pensato la signora Liliana Rampello, di Milano, quando si è recata nel suo supermercato Pam e si è trovata di fronte a una scelta di buongusto e di qualità unita allo scaramantico desiderio di tentare la fortuna.

La tentazione più grande deve essere stata senza dubbio poter gustare il salmone selvaggio dell’Alaska in versione “fresco”, un’occasione che capita solo una volta l’anno, in un periodo, stabilito e regolamentato dallo Stato dell’Alaska, che va da maggio a ottobre. Pam mette a disposizione dei suoi clienti in possesso della Carta PER TE nel mese di settembre, l’acquisto del salmone selvaggio abbinato al concorso “Vinci l’Alaska”, giunto ormai alla quinta edizione. Partecipare era semplicissimo. Bastava scegliere una delle tre varietà di salmone selvaggio disponibili (salmone fresco, carpaccio di salmone e tartare di salmone). Niente cartoline da spedire, niente formalità da compilare, solo uno scontrino a fare testo dell’avvenuto acquisto e, in automatico, la sfida alla dea bendata era assicurata.

Ed è così che la signora Liliana , il 5 novembre del 2016, si è vista consegnare dal direttore dl Pam Panorama di via Olona, a Milano, il signor Fabio Dellepiane, il premio che assicurava a lei e a un suo accompagnatore un viaggio da sogno in un periodo scelto da loro. “Siamo partite con mia figlia il 1° luglio 2017, con scalo a Francoforte e arrivo alla città di Anchorage, una città dove quasi tutti gli abitanti si dedicano alla pesca, soprattutto del salmone e dove le montagne sono la meta di scalatori e arrampicatori”… Bellissima ed emozionante la prima escursione in un magnifico Lodge , il Wilderness Place, che si raggiunge con un breve volo in idrovolante. Dall’alto si possono vedere chilometri di boschi e fiumi, una natura incontaminata solo a tratti interrotta da casette isolate sulle rive. Gentilissima l’accoglienza ed eccellente il cibo. Da qui, per due giorni abbiamo passeggiato ben equipaggiate e in completa sicurezza tra boschi e fiumi, alla scoperta dei diversi metodi di pesca.

La seconda escursione, verso Rebout Bay, ancora in idrovolante, ci ha regalato un’emozione in più. Infatti, in un punto in cui il fiume incrocia il mare gli orsi vanno a pesca di salmoni. Ahimè quel giorno non si sono fatti vivi ma è stato comunque esaltante attendere col fiato sospeso di goderci lo spettacolo. Non c’è stata delusione però, perché i luoghi erano talmente belli che ci siamo sentite felici di essere lì. L’ultima tappa, dopo il ritorno ad Anchorage, è stata il Parco del Denali, 24.000 chilometri di natura senza traccia umana. Ci siamo arrivate con un treno panoramico che viaggia sull’Alaska Railroad sfilando lungo scenari impressionanti che hanno come sfondo il più alto monte del NordAmerica, il McKinley, con la sua meravigliosa cima innevata.

Il giorno seguente un pullman ci ha portato a vedere gli animali del Parco, l’orso, il caribù, l’alce, il lupo, il procione, lo scoiattolo e, naturalmente, i molti uccelli, tra cui i rapaci, che attraversano perennemente il cielo. Poi, purtroppo, il ritorno, a malincuore, ma con gli occhi sempre legati a quella bellezza inaspettata che ci ha toccato profondamente”…

Promotore del concorso è stato ancora una volta ASMI, l’ente che si occupa di fare conoscere nel mondo i prodotti ittici dell’Alaska quali il Salmone Selvaggio, l’Ikura, il Granchio Reale, il Carbonaro. Il tutto in una felice collaborazione con Pam Panorama e con Monica Alberghini di NunaTravel specializzata in queste destinazioni.

www.alaskaseafood.it