BUON VINO

 
 

click here

BUON VIAGGIO

 
 

Click here

EVENTI

 
 

click here

lunedì, febbraio 13, 2017 @ 09:02 AM
guido

Promuovere una gestione sostenibile del suolo in viticultura, attraverso lo sviluppo, la sperimentazione e scale-up di una tecnologia per la concimazione organica del vigneto: questo è il principale obiettivo di Life Vitisom, progetto – a cui Casa Paladin ha aderito come partner con tutte le sue aziende (Bosco del Merlo in Veneto, Castello Bonomi in Lombardia, Premiata Fattoria di Castelvecchi in Toscana) – curato dal dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali dell’Università degli Studi di Milano in collaborazione con il Consorzio Italbiotec, l’Università degli Studi di Padova e Sata Studio Agronomico. “L’utilizzo di questa tecnologia assolutamente innovativa – spiega Lucia Paladin, appassionata produttrice insieme ai fratelli Carlo e Roberto – consente di migliorare la qualità dei suoli dei vigneti in termini sia di struttura del terreno che di contenuto di materia organica e di biodiversità, con evidenti ritorni positivi anche sulla qualità delle viti e delle uve”. La promozione dell’uso razionale di concimi organici consente infatti di conservare e restaurare la sostanza organica nei suoli vitati, in linea con quanto riportato nel protocollo UE per la coltivazione integrata e bio.

Anche questo è fare “Viticoltura Ragionata”: significa interpretare il vigneto come un ecosistema in equilibrio ed agire al suo interno avendo sempre come obiettivo quello di preservarne la caratteristiche con azioni minime, puntuali e specifiche.

Ulteriori approfondimenti: www.lifevitisom.com

giovedì, agosto 30, 2012 @ 03:08 PM
admin

La vendemmia, da Villa in Franciacorta, ogni anno è una faccenda seria.
La conoscenza approfondita del terroir, l’esperienza consolidata delle micromutazioni climatiche dell’area di Monticelli Brusati, la consapevolezza dei vignaioli che allevano con cure e amore i vigneti Villa, hanno condizionato l’anticipo della vendemmia di circa cinque giorni rispetto alle previsioni dei primi di agosto.
Casualmente quindi la data d’inizio della vendemmia ha coinciso con quella dell’anno scorso, il 17 agosto, peraltro dimostratasi un’ottima annata per i Franciacorta di Casa Villa.
“Abbiamo in pratica prevenuto gli anticicloni infernali – spiega Ermes Vianelli, responsabile della produzione – con la consueta attenzione e rapidità nella raccolta dello Chardonnay e di parte del Pinot Nero, per preservare il patrimonio acido e la freschezza degli aromi.<

Commenti disabilitati su Vendemmia Villa, una faccenda seria
venerdì, febbraio 24, 2012 @ 10:02 AM
admin

Cogne ospiterà il terzo appuntamento con Cantine Aperte, affascinante percorso eno-gastronomico tra otto locali tipici che, per l'occasione, apriranno le loro “cantine” a tutti coloro che vorranno degustare i vini dei migliori produttori privati valdostani, in abbinamento con i piatti tipici della gastronomia locale.

Sulla Piazza del paese e presso il Consorzio Turistico locale, sarà possibile acquistare, al prezzo di € 10, il bicchiere con relativa tasca, necessario per effettuare il tour tra i vari punti degustazione.
Unitamente al bicchiere verrà anche consegnata una speciale cartolina, con cui raccogliere i “bollini” presso ognuno degli otto punti tappa. Solamente chi avrà completato la cartolina parteciperà, al termine della serata, presso la Taverna de “Lou Ressignon” ad un'estrazione di Magnum di vini, gentilmente omaggiati dai produttori aderenti all'iniziativa.
L'evento rappresenta inoltre una simpatica occasione per una gita fuori porta. Per chi prenoterà un soggiorno di almeno due notti in una delle strutture ricettive associate e per il tramite del Consorzio, il bicchiere sarà incluso nella tariffa. Contattaci dunque per informazioni e prenotazioni : 0165.74835   info@cogneturismo.it 
Gli amici camperisti ricordino che a Cogne c'è l'area camper più bella di tutta la Valle d'Aosta. 
Commenti disabilitati su Cantine aperte a Cogne – venerdi 2 marzo
mercoledì, ottobre 26, 2011 @ 01:10 PM
admin

Nella filosofia di Villa la cultura è un valore importante, un filo conduttore di tutta la storia dell’azienda Villa, dalla nascita, al rinnovamento del borgo omonimo a Monticelli Brusati, fino alla creazione del premio Vita Nova, ispirato all’opera e alla figura di Dante Alighieri, conferito alle personalità che maggiormente si sono distinte con il loro impegno per “l’innovazione e la ricerca nelle arti e nei mestieri”.  
Villa quindi accompagna con i suoi preziosi Franciacor

Commenti disabilitati su Il Satèn millesimato 2005 Villa apre il restauro della sala monumentale "Galileo Galilei" della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.
venerdì, ottobre 21, 2011 @ 07:10 AM
admin

Villa in Franciacorta a Monticelli Brusati ha ospitato 45 degli oltre 200 blogger, che hanno dato vita alla quarta «European Wine Bloggers’ Conference», alla prima assoluta nei confini italici dopo le felici esperienze austriache e portoghesi. 
“Abbiamo incontrato – spiega Roberta Bianchi, titolare di Villa – blogger da: Taiwan, Usa, UK, Paesi Bassi, Germania, Spagna, Italia, Cina, Giappone, insieme abbiamo degustato oltre 36 vini di 10 cantine della Franciacorta e si è aperto un bel dibattito e sca

Commenti disabilitati su Villa in Franciacorta e i blogger dell' European Wine Blogger
mercoledì, settembre 21, 2011 @ 05:09 PM
admin

Finalissima del Premio Sparkling Menù Villa Franciacorta, aggiudicatasi dal ristorante Conca Bella di Vacallo (Canton Ticino).  Hanno partecipato alla finale: La Tana R&O di Asiago (Ristorante con offerta tipica e tradizionale) con il trancio di baccalà in pane all’amatriciana; La Torre di spilimbergo (Ristorante gourmet con spiccata impronta creativa) con ravioli di pasta alla clorofilla ripieni di mazzancolle dell’Adriatico su crema leggera di peperone e profumo di krenn; il Conca Bella di VAcallo (Canton Ticino) (Ristorante d’albergo), con il piccione in due cotture con succo di mela alla fava Tonka, marmellata di scalogno in agrodolce, gnocco di semola alle olive nere taggiasche.

I tre sfidanti, già vincitori delle rispettive categorie, hanno presentato i piatti ad un pubblico di circa 200 persone, tra le quali un gruppo di importanti giornalisti ed esperti gastronomi facenti parte della giuria. Ogni proposta è stata frutto di un’attenta valutazione delle materie prime, locali e non, della fantasia e della passione di ciascuno degli chef in concorso e non da ultima la ricerca dei profumi, degli aromi e dei sapori che hanno creato il file rouge tra i piatti e Villa Franciacorta Cuvette millesimato 2005. Piatti eccellenti, che hanno coinvolto tutta la giuria presente. Ma è Gian Luca Bos del Conca Bella di Vacallo il vincitore della IXª edizione Sparkling Menù. Dopo aver degustato il “Piccione in due cotture con succo di mela alla fava Tonka, marmellata di scalogno in agrodolce, gnocco di semola alle olive nere taggiasche” lo chef ha spiegato come il piatto racchiudesse in ogni piccola sfumatura alcuni tra i gusti da lui più apprezzati. 

Commenti disabilitati su Il "Conca Bella" di Vacallo si aggiudica lo Sparkling Menù IXª edizione
giovedì, settembre 8, 2011 @ 02:09 PM
admin

Domenica 18 Settembre- durante il festival del Franciacorta –  presso il borgo medievale Villa,  si terrà la finalissima del concorso Sparkling Menù, l’originale concorso ideato dieci anni fa dalla cantina Villa di Monticelli Brusati per promuovere nella ristorazione i migliori abbinamenti del Franciacorta a tutto pasto.

Villa Franciacorta, che ha celebrato i 50 anni d’attività, produce oltre 310.000 bottiglie  con l’utilizzo di sole uve di proprietà provenienti dai 37 ha vitati e la scelta di millesimare ogni Franciacorta, sono la testimonianza reale dell’attenzione e della cura meticolosa messe in campo a beneficio della qualità.

Lo Sparkling menù, giunto alla sua IX edizione, è diventato biennale al fine di costruire  un circuito ampio, ben distribuito e di alto profilo qualitativo. Le selezioni dei ristoranti partecipanti, si sono svolte tra maggio 2010 e giungo 2001 e hanno previsto tre categorie : ristoranti d’albergo, ristoranti  con offerta tipica e tradizionale e ristoranti-gourmet con spiccata impronta creativa.

I ristoranti partecipanti allo Sparkling hanno il compito di elaborare un menù completo che valorizzi Villa Franciacorta Cuvette Brut millesimato 2005. Le giurie locali, formate da giornalisti, referenti di alcune rinomate guide, enogastronomi e sommelier, sono chiamate a degustare e valutare i Villa SparklingMenù attraverso un’apposita scheda di degustazione.

La giuria nazionale, esamina infine i risultati ottenuti a livello locale

Commenti disabilitati su Sparkling Menù Villa Franciacorta: la finale.
giovedì, giugno 16, 2011 @ 07:06 AM
admin

La filosofia di Vigna Dogarina è quella di produrre vini nel rispetto ambientale e nel risparmio energetico, sempre più sicuri dal punto di vista salutistico. La lungimiranza dell’azienda di Campodipietra Treviso, che produce 2 milioni di bottiglie di cui il 47% di Prosecco Doc e Docg e per il 26% vini bianchi e rossi della Doc Piave, oltre 130 ettari di terreno vitato, è quella di investire sia in cantina che in vigneto in un percorso verso la sostenibilità tout court. “Cerchiamo di mettere in pratica ogni giorno questo concetto e di trasferirlo ai nostri vini, in modo che il consumatore ne percepisca la differenza anche in bottiglia” afferma Romina Tonus, direttore generale dell’azienda trevigiana.

Più risparmio…
Per abbattere i costi e contrastare la crisi, Vigna Dogarina ha installato sul tetto un impianto fotovoltaico, impiegato come generatore di corrente. L’impianto di 1050 mq, 140,36 KWp di potenza nominale che copre gran parte del fabbisogno energetico totale, ha una produzione annua stimata di 150.000 KW ora, pari al consumo elettrico di circa 50 famiglie. Con l’installazione del fotovoltaico l’azienda vitivinicola risparmia ben 105 tonnellate di CO2 e 12,9 tonnellate all’anno di petrolio!

Ecosostenibilità in vigneto…
La logica “green” di Vigna Dogarina va oltre l’impianto fotovoltaico per approdare anche in vigna e in cantina. “Il vino deve essere un alleato dell’ambiente – afferma l’enol

Commenti disabilitati su VIGNA DOGARINA SEMPRE PIÙ “GREEN”