BUON VINO

 
 

click here

BUON VIAGGIO

 
 

Click here

EVENTI

 
 

click here

martedì, settembre 27, 2011 @ 03:09 PM
admin

L’Oltrepò Pavese si presenta agli amanti dei sapori di qualità come una zona da gustare e da vivere, lo fa con un articolato piano di promozione denominato «Perle d’Oltrepò, territorio da gustare”. A ideare la strategia è stato il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese in collaborazione con il Consorzio di Tutela del Salame, il patrocinio economico viene dal Gal Alto Oltrepò e dalla Regione Lombardia.

Il traguardo è trasformare il verde territorio collinare a mezz’ora da Milano,  denominato anche la Borgogna lombardia, per la sua ricchezza enologica, in un punto di riferimento del Pinot nero italiano, facendo leva sul neonato marchio Cruasé (Metodo Classico Docg rosé) e sulla grande salumeria nazionale, simboleggiata dal Salame di Varzi Dop (denominazione d’origine protetta). Il polo scientifico di riferimento è il Centro di Ricerca della vite e del vino di Riccagioia di Torrazza Coste.

“Perle d’Oltrepò – spiega Paolo Massone – presidente del Consorzio di Tutela Vini, vuole essere l’elemento trainante di due Denominazioni di prestigio e d’eccellenza, che veicoli il valore di un territorio, che può dare molto anche dal punto di vista turistico e ambientale”. Il progetto “Perle d’Oltrepò” ha previsto campagne informative, workshop, educational e conferenze in zona di produzione. Il gran finale arriverà a novembre con gli Stati Generali del Pinot nero, al centro di ricerca della vite e del vino a Riccagioia di Torrazza Coste: un confronto a tutto campo. Collegandosi all'indirizzo www.perledoltrepo.it<

Commenti disabilitati su Cruasè e Salami di Varzi, due Dop d'eccellenza